Start Cup Bergamo 2018, la Finale. Martedì 16 ottobre 2018 premiazione delle migliori idee d’impresa.

Nell’ambito della XVI edizione di BergamoScienza torna il consueto appuntamento dedicato alla creatività e all’innovazione: Start Cup Bergamo, l’iniziativa di formazione e accompagnamento imprenditoriale dell’Università degli Studi di Bergamo. L’evento, che rappresenta la conclusione del percorso di accompagnamento dei progetti d’impresa, e che premia le migliori proposte di imprenditoria giovanile e universitaria, avrà luogo martedì 16 ottobre 2018 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Bergamo di Sant’Agostino, dalle 14:00 alle 17:00.

Nella cornice dell’Aula Magna, la Finalissima, la gara a colpi di elevator pitch davanti alla Giuria e a due ospiti d’eccezione: Phillip Phan, Johns Hopkins Carey Business School – Baltimore (USA) e Nicola Palmarini, MIT/IBM Watson AI Lab – Cambridge (USA), che interverranno sul tema delle rapide innovazioni in atto a livello globale nei settori delle Scienze della Vita.

L’iniziativa, che rappresenta un momento di stimolo e valorizzazione di progetti imprenditoriali innovativi, coinvolge decine di studenti e di giovani del territorio. L’evento chiude un lungo percorso attraverso cui l’Università degli Studi di Bergamo offre il proprio contributo allo sviluppo economico e culturale del territorio supportando nuovi e originali progetti d’impresa ad alto contenuto innovativo attraverso formazione e accompagnamento ai team.

Da circa trenta idee d’impresa, tredici team di aspiranti imprenditori sono giunti fino alla fase finale di Start Cup Bergamo; l’evento finale prevede un percorso di valutazione che comprende sia un confronto diretto con una Giuria Tecnica sia una fase di presentazione dell’idea di business, secondo il format dell’elevator pitch, davanti al pubblico di BergamoScienza, giurati – sia di estrazione imprenditoriale che accademica – ed investitori.

I progetti vincitori si aggiudicano contributi in denaro e viaggi presso capitali internazionali della formazione imprenditoriale: 10.000 euro per il primo classificato, 5.000 euro per il secondo e 2.500 euro per il terzo.

Inoltre, contributi speciali per i progetti maggiormente in linea con le tre aree tematiche scelte per Start Cup Bergamo 2018: manifattura avanzata, salute e cura della persona, industria creativa e culturale.

Novità 2018, da quest’anno i vincitori del contributo speciale per la manifattura avanzata ricevono fino a 2.500 euro finalizzati alla partecipazione di un periodo di studio a Pechino presso X-lab, la piattaforma della Tsinghua University, uno dei migliori atenei al mondo nell’area dell’ingegneria e del computer science, con cui l’Università degli Studi di Bergamo ha recentemente stretto una collaborazione. La Cina è uno dei protagonisti emergenti del mercato dell’innovazione mondiale e rappresenta il punto di incontro di interlocutori provenienti da tutti i continenti.

Nella nona edizione di Start Cup Bergamo si aggiunge per l’area salute e cura della persona anche il contributo speciale HC.Lab (Health C.Lab) del valore di 2.500 euro.
HC.Lab è il nuovo progetto Contamination Lab (CLab) dell’Università degli Studi di Bergamo che propone un percorso di accompagnamento e formazione alla cultura dell’imprenditorialità focalizzato in particolare sul settore della salute e le sue prospettive di innovazione.

Anche il terzo contributo, specifico per progetti in ambiti legati alle industrie creative e culturali, ammonta a 2.500 euro.

A questi contributi si aggiungono anche altri tre, non settoriali, che arricchiscono le opportunità di valorizzazione dei progetti Start Cup Bergamo 2018: il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo assegna 2 anni di quota associativa e 1 anno di tutoraggio alla migliore idea di business pronta ad affacciarsi sul mercato; Bergamo Sviluppo – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo offre al terzo progetto classificato uno sconto sull’acquisto dei servizi presso l’Azienda Speciale; infine, al progetto con il più elevato impatto sociale la Fondazione Cav. Lav. Carlo Pesenti offre un contributo speciale di 2.500 euro.

Dopo l’evento finale, i progetti che partecipano a Start Cup Bergamo avranno ancora più opportunità di sviluppo: infatti, l’Università degli Studi di Bergamo continuerà ad offrire la propria collaborazione diretta attraverso un percorso di accreditamento e di supporto finalizzato all’apertura dell’impresa.

Il percorso, nel suo insieme, si articola in più passaggi: eventi di orientamento, che coinvolgono i tre campus UniBg (Ingegneristico, Economico-Finanziario, Umanistico); il collegamento con l’iniziativa “Campus Entrepreneurship”, che ha previsto borse di mobilità per sviluppare l’idea d’impresa in un contesto internazionale durante la fase di formazione imprenditoriale; evento di raccolta di idee durante il Team Building Day (25 maggio 2018); la fase dedicata alla formazione imprenditoriale, la Start Cup School (4 mesi in totale), il cuore di Start Cup Bergamo, che ha supportato i team imprenditoriali nel trasformare la propria idea in un business plan mediante una formazione approfondita ed un affiancamento da parte di accademici ed esperti dello startup d’impresa.

In questa edizione le partnership storiche con Imprese, Istituzioni ed Associazioni del territorio – Comune di Bergamo, UBI Banca, Bergamo Sviluppo – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo, Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo, Associazione BergamoScienza, Unica Point – si sono ulteriormente arricchite con l’ingresso nel board di nuovi partner, tra cui Kilometro Rosso, e-Novia e Fondazione Cav. Lav. Carlo Pesenti.

 

Il programma della giornata del 16 ottobre 2018

14:00 – 16:00 Presentazione dei progetti finalisti della Business Plan Competition
Le startup preselezionate dalla Giuria, presentano la propria idea imprenditoriale in forma di elevator pitch in una gara ad eliminazione. La Giuria, composta da testimonial del mondo dell’innovazione e delle startup d’impresa, vota il progetto migliore. Il pubblico in sala esprime le proprie preferenze mediante televoto.
Le presentazioni sono intervallate dagli interventi di due ospiti d’eccezione: Phillip Phan Johns Hopkins Carey Business School – Baltimore (USA) e Nicola Palmarini, MIT/IBM Watson AI Lab – Cambridge (USA).

16:00 – 17:00 Premiazioni
Conferimento dei premi speciali da parte dei partner e delle Imprese Sponsor e premiazione dei progetti vincitori.

L’evento è ad ingresso libero. Raccomandata la prenotazione on line sul sito di BergamoScienza www.bergamoscienza.it (short link https://bit.ly/2y2XFvU).

 

Ecco le idee in gara:

Blunì (di Samir Legdah) – Un’applicazione che aiuta gli studenti universitari ad accelerare i propri studi offrendo uno spazio dove condividere appunti e documenti didattici.

E-MOPED (di Alfredo Romano) – Un’idea per rilanciare l’utilizzo di mezzi a due ruote elettrificati attraverso la riconversione di ciclomotori vintage.

Esterga (di Luciano Fedeli) – Un portale web che facilita e standardizza i rapporti professionali delle attività nel settore gastronomico.

Fire Bird Brigade (di Leonardo Viganò) – Un sistema innovativo per contrastare il fenomeno degli incendi boschivi attraverso l’utilizzo di velivoli a controllo remoto destinati ad operare in scenari ad alto rischio.

Multiglasses (di Paolo Ralli) – Un nuovo sistema di utilizzo degli occhiali da vista che prevede una vasta gamma di montature di colori differenti e intercambiabili sullo stesso paio di occhiali.

Otowai (di Polina Baskakova) – Una piattaforma che consente ai viaggiatori di ottenere soggiorni gratuiti in hotel o tariffe ridotte in cambio di attività che possono aumentare la visibilità delle stesse strutture alberghiere.

Pasko (di Luca Paganelli) – Un sistema di condimento alimentare automatico che permette di selezionare la tipologia e la quantità del condimento più adatto al proprio piatto.

Photocatalytic Foam (di Cristian Prometti) – Un progetto che propone una soluzione innovativa per la decontaminazione dei reflui acquosi dai microinquinanti.

SkySafe (di Federico Peracchi) – Un sistema ideato per risolvere problemi e pericoli di edifici sviluppati in altezza.

SPLIDy (di Roberto Valli) – Un dispenser di medicinali intelligente, connesso allo smartphone, in grado di ricordare e monitorare l’effettiva assunzione delle terapie prescritte dal medico.

Totami (di Francesca Cesarini) – Un totem multimediale con attività educative pensato per l’intrattenimento dei più piccoli nei luoghi dello shopping.

U-Miles (di Andrea Colombi) – Il progetto di commercializzazione di un dosso stradale intelligente che genera energia elettrica al passaggio di autoveicoli.

White and Seeds (di Alessandro Ghizzardi) – Un brand innovativo di healthy food che offre snack salutari e gustosi.

 

Start Cup Bergamo è la business plan competition dell’Università degli Studi di Bergamo, giunta alla 9° edizione, che accompagna gli aspiranti imprenditori bergamaschi nella prima progettazione e nello sviluppo della loro idea di impresa.

Start Cup Bergamo è un progetto dell’Università degli Studi di Bergamo, gestito dal Servizio Ricerca e Trasferimento Tecnologico, che si occupa del trasferimento dei risultati della ricerca universitaria di UNIBG alle imprese e alle istituzioni, e con il coordinamento scientifico del Center for Young and Family Enterprise (CYFE), Centro di Ateneo che dal 2010 si occupa di studi e ricerche sul fenomeno imprenditoriale.
Tutti gli eventi organizzati nell’ambito di Start Cup Bergamo sono gratuiti, grazie al supporto dei partner di Start Cup Bergamo: Comune di Bergamo, UBI Banca, Bergamo Sviluppo (Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo), Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo, Associazione BergamoScienza, Unica Point, Kilometro Rosso ed e-Novia, Fondazione Cav. Lav. Carlo Pesenti.

 

Leave a comment