Start Cup 2018, idee sostenibili. Vince il drone anti-incendi

E’ Fire Bird Brigade l’idea di Start up più innovative della nona edizione di Start Cup Bergamo, l’iniziativa di formazione e accompagnamento  imprenditoriale dell’Università degli Studi di Bergamo che si è conclusa ieri premiando i tre migliori progetti arrivati su 13 alla fase finale. Fire Bird Brigade è un sistema che si propone di contrastare gli incendi boschivi  grazie all’uso di droni in grado di sganciare sulle fiamme dispositivi sulle fiamme dispositivi con polveri fertilizzanti, per spegnere il fuoco soffocandolo.

“A causa di incendi l’Italia ha perso il 12% di terreno boschivo negli ultimi 30 anni” ha ricordato Anastasia Viganò, sorella di Leonardo che con Manuel Gatti ha elaborato l’idea che si aggiudica i 10 mila euro messi in palio da Start Cup. I tre, un’età compresa fra i 22 e i 24 anni, stanno lavorando all’idea già da gennaio quando sono entrati, grazie a un bando di Bergamo Sviluppo, nell’incubatore di impresa di Dalmine.

Soddisfatto Sergio Cavalieri, Prorettore delegato al Trasferimento Tecnologico di UniBG che sottolinea come ogni anno i progetti diventino “più attenti” alzando il livello qualitativo. Per Cavalieri il sogno è che Start Cup possa evolvere anche fuori dall’ambiente universitario dando vita ad un vero e proprio Innovation day.

“Mi piacerebbe diventasse un momento-spiega,- che possa mostrare tutto il valore del territorio attirando l’interesse degli investitori internazionali e accrescendo la collaborazione fra le realtà che hanno già dimostrato di credere in Start Cup”.

Secondo classificato il progetto guidato da Cristian Prometti che si aggiudica 5 mila euro, nato nei laboratori di chimica dell’Università di Bergamo in collaborazione con il Politecnico di Torino. Photocatalytic Foam propone una soluzione innovativa  per la decontaminazione dei reflui acquosi dai microinquinanti, siano essi residui di shampoo o medicinali, attraverso un kit che implementa  i sistemi depurativi già esistenti. A loro anche il contributo speciale di 2.500 euro offerto da Fondazione Cav.Lav. Pesenti come progetto con il più elevato impatto sociale.

Sul terzo gradino del podio (premio di 2.500 euro), sale Esterga di Luciano Fedeli, un portale web che facilita e standardizza i rapporti professionali delle attività nel settore gastronomico facendo incontrare direttamente la domanda del ristoratore con l’offerta del fornitore.

Il contributo speciale “HC.Lab” di 2.500 euro per essersi distinto dell’area salute e cura della persona lo ha vinto Alessandro Ghizzardi (esperto di marketing) che con la moglie nutrizionista sta dando vita alla Start Up, White and Seeds che crea snack gustosi e bilanciati a livello nutrizionale.

In Cina, invece, voleranno i cinque ideatori di Pasko, un sistema tecnologico per condire gli alimenti, progetto che si è distinto nella sezione “manifattura avanzata”. Il team, guidato da Luca Paganelli, potrà perfezionare l’idea presso X-Lab, la piattaforma della Tsinghua Univesity di Pechino, uno dei migliori atenei al mondo nell’area dell’ingegneria e del computer science.

 

(Articolo de L’Eco di Bergamo di Astrid Serughetti).

 

Leave a comment